Depressione gatto: come sapere?

Depressione gatto: Sintomi gatto depresso

Depressione gatto: Sintomi e soluzioni del gatto depresso  

Come si manifesta e come prevenirla  ?


Depressione gatto: una patologia pericolosa che può colpire i gatti

La depressione si manifesta con un abbassamento della tonicità fisica. Questo stato di salute è spesso confuso con la pigrizia, la maggior parte delle persone infatti, tendono a non prestare molta attenzione e ciò favorisce lo sviluppo di questa patologia. La depressione colpisce l’uomo e gli animali, in particolar modo il gatto. Questa  malattia  è nota anche come « disturbo dell’umore » e può avere conseguenze fatali: ecco perché non bisogna sottovalutare il problema ed occuparsene in tempo. Per farlo, riconoscere i sintomi è il primo passo importante poiché non esiste un trattamento specifico.

Possibili cause della depressione nei felini

Nei gatti, la depressione è un disturbo del comportamento azionato da un sentimento di abbandono. In effetti, tra le possibili cause vi è lo stress, causato spesso dalla condotta  del proprietario  o da uno stile di vita non adatto. Sappiate  che tutte le razze feline sono sensibili ai rimproveri ed ai brontolii. Se lo rimproverate per  motivi futili, per  poi  sgridarlo e punirlo, l’ansia e l’angoscia non  faranno altro che ampliarsi, il felino tenderà a chiudersi in se stesso e ciò segnerà l’inizio della depressione.

Le diverse manifestazioni della depressione nei gatti

Per evitare che questa malattia indebolisca completamente il vostroDepressione gatto: Sintomi gatto depresso animale da compagnia, siate vigili ed attenti ad  individuare  i  sintomi premonitori  della depressione felina.  Nel primo stadio della malattia,  potrete notare delle  anomalie nel comportamento del vostro gatto. Tutto inizia con  una pigrizia perenne che comporta una perdita della gioia di vivere ed induce ad uno stato di apatia. In  seguito, il vostro amico a  quattro zampe, perderà il sonno e l’appetito. Contemporaneamente a questi sintomi, nonostante una pulizia frequente, il gatto emanerà cattivi odori.

È possibile curare la  depressione nei gatti?    

Questo disturbo del comportamento può rapidamente affievolire il  vostro animale  da  compagnia  e se non trattato in tempo,  può  peggiorare. Una volta insinuato, questo male, non lascia vie d’uscita.  L’indebolimento fisico  è un male incurabile poiché porta  ad un graduale deterioramento delle condizioni  psico-fisiche. La  vita sembrerà inutile e senza interesse per il  vostro amico a quattro  zampe. Nei casi più gravi, inizierà  a trascurarsi  e smetterà di nutrirsi.

Le misure da adottare per alleviare la sua sofferenza

La sola  soluzione possibile per far fronte a  questo malessere, è migliorare le sue condizioni di vita. Somministrare  degli antidepressivi è un’alternativa ma presenta dei rischi. Per un gatto  che ha avuto problemi di salute  per più di otto anni, trattamenti del genere potrebbero provocare lesioni epatiche. Bisogna  tener  conto anche del  fatto che , in caso di interruzione della cura, il vostro gatto ricadrebbe in uno stato depressivo.Per i gatti con un’età inferiore  agli otto anni, un parere del medico veterinario è fortemente  consigliato.

La  depressione nei gatti è sinonimo di conseguenze spesso mortali. La gravità di questa  malattia è tale che i proprietari di gatti dovrebbero essere attenti e controllare da vicino  il comportamento del loro  amico  a quattro zampe.Nonostante ciò, il 99% dei gatti depressivi ha poche possibilità di guarire. Ecco perché il saggio motto  « prevenire è meglio che curare », è più che mai valido in questo caso. Se notate anche un minimo cambiamento nel comportamento del vostro felino, consultate  un veterinario: agendo in tempo, garantirete al vostro amico a quattro zampe una vita lunga e felice.

Assicurazione gatto : fai un preventivo

[Voti: 0   Media: 0/5]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *