Come punire il cane : educazione cane

Come punire il cane : educazione cane

Come punire il cane : educazione cane

Come punire il cane: punirlo efficacemente

Come punire il cane? Il desiderio di ogni proprietario è di poter far affidamento sul proprio cane, accontentarlo sempre ed educarlo utilizzando solo dolci e carezze, ma questo non è possibile! Il cane è istintivo e alcuni comportamenti percepiti come normali dal vostro cane, potrebbero non esserlo per voi. È dunque importante fargli capire i suoi errori. Contrariamente ad un gatto, un cane capisce quando è punito. Tuttavia, è importante precisarlo: i colpi fisici e l’intimidazione vocale non saranno mai dei buoni metodi! Il cane non capisce le vostre parole, ma intuisce le vostre intenzioni. Non traumatizzate il vostro animale!

Capite il vostro cane!

Prima di ogni cosa provate a comprendere le sue azioni: perché si è comportato male? Ricerca la vostra attenzione? Voleva forse solo giocare? Se riuscite a capire il motivo per il quale il vostro cane ha fatto ciò che ha fatto, solo allora potete punirlo. La vostra punizione ha uno scopo: fare in  modo che cambi atteggiamento! Forse il suo comportamento è legato ad un problema di alimentazione o ad una mancanza di esercizio.

Quando punire il cane?

È una domanda molto importante sulla quale riflettere costantemente. Il cane vi sta lacerando il cuscino, lo sorprendete sul fatto e lo sgridate, il cane a quel punto farà il legame tra le due azioni e proverà vergogna. Riprendete lo stesso scenario, ma questa volta scoprite la malefatta alcuni minuti più tardi, lo sgridate, ma è poco probabile che il cane faccia il legame tra il cuscino e la vostra reazione. Se lo sgridate e non comprende il perché, sarà  scontento della vostra reazione. Il consiglio è di sgridarlo quando lo sorprendete sul fatto, perché solo in quel caso capirà il suo errore.

Come punire il cane : Alcuni esempi

L’azione attraverso l’inazione

Se invece il vostro cane si comporta male per attirare la vostra attenzione, il miglior modo per punirlo è ignorarlo. Se gli date attenzioni anche quando fa una marachella, tenderà a farne altre. Gli date retta anche mentre distrugge i vostri cuscini, quindi perché dovrebbe smettere? Lo accarezzate non appena abbaia o piagnucola, perché fermarsi? Per interrompere questo circolo vizioso, la soluzione è ignorarlo.

Ciò è più facile a dire che a farsi! Ma allora, dobbiamo lasciarlo fare? No, attirate la sua attenzione, senza dargliene. Ad esempio: fate un gran rumore in cucina, lasciate cadere qualcosa, il rumore lo farà reagire e smetterà di fare quel che stava facendo.

Non create l’occasione di dover punire il vostro cane

Lasciate ovunque i vostri calzini sapendo che il vostro cane prova un gran piacere a mangiucchiarli? Cane o padrone malandrino? Il migliore modo per evitare che il vostro cane non faccia marachelle è non dargliene l’opportunità! Offritegli dei giocattoli e allontanate ogni tentazione dai suoi occhi. Se gioca  con un oggetto con il quale non dovrebbe, toglieteglielo e nascondetelo. Finirà con perdere interesse ed andrà a giocare altrove. Ancora una volta: NON bisogna in nessuna occasione colpire o aggredire  il proprio cane! Un “no” detto con autorità e intransigenza risulterà più efficace.

Ricompensate il vostro cane

Se insegnate al vostro cane a fare il legame tra le sue buone azioni e un dolcetto, il gioco è fatto! Imparerà rapidamente come le sue azioni abbiano delle conseguenza positive. Si siede quando dite “seduto!”, premiatelo con un croccantino. È una tecnica conosciuta che bisogna sempre usare, con il tempo capirà che un buon comportamento è sinonimo di ricompensa succulenta. Ma quando direte ” no! ” , non ricompensandolo, capirà che ha fatto un errore e proverà a fare qualcosa per farsi perdonare e soprattutto per ottenere il suo premio. Create una relazione di fiducia fra di voi.

La punizione sarà principalmente verbale. Senza esagerare e senza intimidirlo, un semplice ma severo ” no! ”  sarà sufficiente a fargli capire i suoi errori. Se riuscite a creare un ambiente naturale sano e con delle regole, non avrete più bisogno di punizioni. Altrimenti, potreste sempre punirlo mettendolo in un angolo senza più guardarlo. Il fatto che non gli diate attenzioni,  per lui sarà un vero e proprio castigo!

Per ulteriori informazioni su Assur O’Poil, l’assicurazione sanitaria per cani e gatti, e per poter beneficiare delle offerte esclusive e aiutarvi a mantenere il vostro animale in buona salute, visitate il nostro sito: www.assuropoil.it

Assicurazione cane : preventivo

[Voti: 0   Media: 0/5]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *