Gatti Obesi: Dimagrire con Attenzione

Gatti Obesi: Dimagrire con Attenzione
Gatti obesi : come far dimagrire un gatto?

Gatti obesi: come far dimagrire un gatto?


Come far dimagrire un gatto obeso? È la domanda che si pongono alcuni proprietari. I casi di obesità sono considerati come una seria patologia nei gatti domestici. L’eccesso di peso potrebbe ridurre la sua speranza di vita e generare altre problematiche. Se il vostro animale da compagnia ha già una certa tendenza nel prendere peso velocemente, è meglio reagire rapidamente.

Adottate delle misure rigorose che mirano a limitare al massimo a la presa di peso. Incominciate dallo stile di vita del gatto. Talvolta, il felino ha delle difficoltà a realizzare degli sforzi fisici o ad accrescere le sue attività. Dunque un’alimentazione equilibrata è di rigore. È preferibile aiutarlo con una dieta che lo aiuti a perdere peso e assicuratevi della sua efficacia.

Di certo, un problema legato ad una malattia comportamentale cronica richiede un controllo seguito. Numerose tipi di cure sono proposte sia in funzione delle sue problematiche che della razza stessa.

Oggi, la maggior parte dei gatti presentano una forte corpulenza. Nella maggioranza dei casi ciò è dovuto al fatto che il proprietario dà loro da mangiare ogni volta che né elemosina. La razione alimentare del felino aumenta anormalmente e ne consegue rapidamente l’obesità. Un’irregolarità ormonale potrebbe essere anche all’origine dell’obesità nel gatto. Se l’organismo del felino non produce più normalmente gli ormoni che lo rendono attivo, il gatto potrebbe diventare più pigro, mentre l’appetito resta intatto, accumulando così più di proteine che ne potrebbe spendere, ne consegue dunque un aumento della massa corporea.

Gatti obesi: Quali soluzioni per farlo dimagrire?

Il numero dei pasti quotidiani e la loro frequenza dovrebbero corrispondere al loro fabbisogno energetico giornaliero e non da un capriccio. Ricordatevi che per favorire una perdita veloce di peso i pasti devono coprire il loro fabbisogno nutrizionale. L’ideale sarebbe ridurre l’apporto calorico con degli alimenti ricchi in fibre. Le crocchette a basi d’alimenti industriali secchi o super energetici, corrispondono al meglio per questo tipo di dieta. Sono più facili da razionare. Questa tecnica mira soprattutto ad aumentare il senso di sazietà. Tuttavia, è da notare che il fabbisogno alimentare dipende anche dalla razza. Ad esempio, un siamese attivo necessita di un leggero razionamento quotidiano visto che non ha nessuna esigenza particolare.

In quanto ai persiani, necessitano di un’alimentazione più ricca in nutrimenti per contribuire al miglioramento della qualità dei suoi lunghi peli. Il processo di perdita del peso è graduale, e vi è richiesta molta pazienza. Per esseri sicuri della dose giornaliera adatta ai suoi fabbisogni, optate per degli orari ben precisi, così da evitare gli “spuntini”. Tuttavia, il ritmo dei pasti regolati, sarà rispettata più facilmente solo se il gatto dispone di una varietà di occupazioni. Diverse situazioni possono presentarsi secondo il metabolismo del gatto. Per un animale da compagnia sterilizzato, la voglia del cibo potrebbe aumentare e presenta spesso una grande voracità. Ed ecco perché e importante che frazionate i suoi alimenti ma senza aggiunta di razioni supplementari né di extra, nell’intenzione di preservare la sua buona salute.

Gatti obesi: Mettere il suo gatto a dieta:  le regole da rispettare!

È chiaro che una dieta equilibrata debba contenete un minimo di materie grasse. Un gatto obeso invece deve ridurre la sua consumazione di nutrimenti fino ad ottenere i valori energetici conformi al 30% di proteine, 20% di grassi e il 37% di fibre. In ogni caso, il veterinario può consigliarvi sul tipo di alimentazione adattata. Sebbene il cambiamento alimentare del gatto basti generalmente a ridurre il suo peso, è consigliato tuttavia di fargli fare degli esercizi per ottimizzare i risultati. Più semplice è di portarlo fuori, farlo camminare anche al guinzaglio se fosse necessario, oppure incitarlo a fare degli esercizi facendolo giocare. Non esitate a procurargli alcuni giocattoli, come per esempio delle palle rimbalzanti.

La soluzione affinché i gatti obesi ritrovino la loro condizione fisica ideale riposa su una dieta alimentare equilibrata, frazionata, rigorosa e varia, facendo attenzione agli apporti energetici. Non esitate a consultare il vostro veterinario, sicuramente vi consiglierà delle crocchette che convengono alle esigenze specifiche del vostro piccolo pelosetto.

Un gatto obeso avrà più problemi di salute che un gatto di costituzione normale. In caso di malattia consultate regolarmente il vostro veterinario e sottoscrivere ad una assicurazione veterinaria. Per ulteriori informazioni su Assur O’Poil, l’assicurazione veterinaria per cane e gatto, e per beneficiare dei rimborsi sulle vostre spese veterinarie e offerte esclusive, dirigetevi verso questa pagina: www.assuropoil.it

Messaggi correlati

Tagliare le Unghie al Gatto: Benessere Sicuro

Come tagliare le unghie al gatto Tagliare gli artigli al gatto : Quando, come, perché? Tagliare le unghie al gatto : Questa operazione è utile sia per voi che per il vostro micio. Tagliare le unghie al gatto: un gatto senza artigli non potrebbe cacciare, difendersi, arrampicarsi, minacciare e persino marcare il suo territorio, tutte attività… continua a leggere “Tagliare le Unghie al Gatto: Benessere Sicuro”

Singapura

Il Singapura: Razza di gatto | Carattere, Salute, Origine Storia ed Origini Il Singapura è originario dell’isola di Singapore come dice il nome stesso, questa razza è stata a lungo disprezzata sino al momento in cui attirò l’attenzione degli stranieri.  Un giorno infatti, due turisti americani importano in America tre esemplari. Nel 1984, la razza… continua a leggere “Singapura”

Perché anche la loro
salute è una priorità...
Assicurarlo a partire da 0,61€ al giorno !
Preventivo gratuito in 2 minuti
Una donna coccola il suo cane assicurato Assur O'Poil