Vaccino gatto & Vaccino gatto costo

Vaccino gatto, vaccino gatto costo Assur O'Poil » Blog Gatti » Salute micio » Vaccino gatto & Vaccino gatto costo

Vaccino gatto & Vaccino gatto costo

Perché è importante?


L’età giusta per vaccinare il gattino è intorno ai 2-3 mesi, il gatto smette di essere allattato dalla madre e non è più protetto dagli anticorpi quindi è più predisposto a contrarre infezioni virali. Consigliamo a voi proprietari di informarvi su tutte le malattie virali che il vostro micino potrebbe contrarre, tra queste la rabbia che è più pericolosa del tifo essendo  estremamente contagiosa. Dopo il primo vaccino, segue un secondo richiamo a distanza di 2 o 4 settimane dal primo, successivamente il richiamo sarà annuale.

Le domande che alcuni si pongono sui vaccini riguardano i benefici, gli svantaggi, la frequenza e l’obbligatorietà del richiamo.

Vaccino gatto: Una prevenzione contro le malattie

Esistono cinque malattie veneree frequenti nel gatto, eccole elencate qui di seguito:

  • Il tifo provoca un indebolimento dell’animale fino al decesso. Questa malattia è causata da un virus della famiglia dei parvovirus, causa una perdita di appetito, vomito e una diarrea emorragica.
  • La leucosi: è una delle malattie associate all’anemia e al tumore ai reni.
  • La coriza: è una malattia batterica che colpisce le vie respiratorie del felino.
  • La clamidiosi: si presenta sotto forma di congiuntivite e genera rossori e pruriti insopportabili.
  • La rabbia: molto pericolosa in quanto non solo letale per il gatto, ma anche facilmente trasmissibile all’uomo.

Queste malattie rappresentano un vero e proprio pericolo per il vostro animale da compagnia che potrebbe contrarre uno di questi virus stando a  contatto con altri animali, toccando degli oggetti contaminati oppure durante un viaggio. Il vaccino è un mezzo di protezione e prevenzione per il vostro micio contro tutti questi agenti patogeni, vaccinarlo è una garanzia di serenità e sicurezza.

Vaccino gatto: è un obbligo?

Vi sarete probabilmente chiesti se tutti questi vaccini siano obbligatori? Per alcuni si, in particolar modo quando si tratta di animali dei rifugi. Se il vostro gattino non ha molti contatti con il mondo esteriore, alcuni vaccini potrebbero non essere indispensabili.

Il vaccino contro la rabbia ad esempio, è obbligatorio per i felini che viaggiano. Mentre per altri vaccini, non esitate a farvi consigliare dal veterinario. E i richiami? Molti pensano che ogni micio debba subire annualmente una punturina. Innanzitutto, sappiate che un vaccino somministrato più volte potrebbe essere addirittura nocivo. Difatti, il dolore provocato dall’iniezione potrebbe generare delle reazioni cutanee o peggio, potrebbe originare dei tumori.

È comunque possibile vaccinare il gatto dai 6 ai 9 mesi o anche 20 mesi senza alcun problema. Il primo vaccino dovrebbe sempre essere seguito da un richiamo realizzato ogni 3 anni. Il richiamo è molto importante specialmente per i gatti senior per via della fragilità del loro organismo, il vaccino rinforzerà il loro sistema immunitario.

La medicina preventiva è un mezzo efficace per garantire al vostro micio una buona e duratura salute: vaccinarlo significa proteggerlo dalle malattie infettive.

Siate buoni osservatori nei primi giorni dopo il primo vaccino, alcune indicazioni potrebbero aiutarvi a capire se il vostro gattino sopporta o meno il vaccino. Sorvegliatelo durante i primi 2 giorni, se notate un comportamento aggressivo o una mancanza di appetito o se presenta febbre, portatelo immediatamente dal veterinario.

Per Info: Assur O’Poil l’assicurazione per gatto copre le spese del vaccino gatto. 

Il vaccino è obbligatorio e grazie all’assicurazione veterinaria Assur O’Poil potrete beneficiare di un rimborso forfettario.

Per ulteriori informazioni su Assur O’Poil o per scoprire le diverse formule assicurative, visitate la nostra pagina: www.assuropoil.it

Assicurazione gatto : fai un preventivo

[Voti: 0   Media: 0/5]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *