Coronavirus: la quarantena con il proprio cane?

Covid : Quarantena con il cane

Come organizzare la quarantena con il proprio cane


Come sappiamo, in Italia come in Francia e in Spagna i rispettivi governi hanno imposto delle misure di contenimento per affrontare l’aggravarsi della pandemia , le istruzioni sono semplici: rimanete a casa.

Le uscite devo essere limitate allo stretto indispensabile, portare fuori il proprio cane è possibile: ma cosa possiamo fare per i cani durante la quarantena?

Come occupare il proprio cane ?

È la preoccupazione di molti proprietari in questo momento: come impegnare il proprio cane durante la quarantena?

È semplice, se il vostro cane ha l’abitudine di aspettare il vostro ritorno da solo per ore mentre voi siete fuori casa per lavoro , non  avrà bisogno di più occupazioni del solito.

Dare molti stimoli al proprio cane d’un tratto lo affaticherà, ma soprattutto lo renderà irrequieto. Allo stesso modo, se il vostro cane è già abituato a fare molte cose  durante la giornata, il fatto di stimolarlo ancora di più non vi faciliterà il compito, a meno che voi non lo facciate nel modo giusto.

Se volete stimolare il vostro cane per sostituire le uscite o se cercate semplicemente delle attività da svolgere con lui, bisognerà servirsi delle sue attitudini naturali. Ecco le cinque attività da fare:

Insegnargli dei nuovi trucchi: insegnargli a dare la zampa o a girare su se stesso. Questo tipo di esercizi rafforza i legami fra il cane e il padrone, richiede uno sforzo fisico e mentale, potenzia la sua obbedienza e gli insegna a prendere coscienza del proprio corpo.

Esercizi di masticazione : masticare e mordere sono esercizi naturali. Potreste offrigli degli oggetti da masticare o degli ossi da mordere ( attenzione, mai cotti!). Questi esercizi contribuiscono anche  alla buona igiene dentale.

Giochi olfattivi: il cane ha un olfatto incredibile, servitevene! Nascondete dei croccantini, la sua ciotola o il suo giocattolo preferito e lasciate che lo scovi . Fate in modo che sia un’attività stimolante e premiatelo se riesce nell’esercizio.

Create dei giochi di occupazione: esistono dei tutorial su internet. Potete costruite dei giochi nuovi per il vostro cane. Sviluppare le capacità naturali del cane è essenziale per il suo equilibrio.

Nascondino : ordinate al cane di mettersi in posizione di attesa, seduto o, se non conosce ancora la posizione, tenetelo fermo mentre il vostro bambino trova un nascondiglio quindi liberatelo. Il bambino dovrebbe rimanere fermo in modo tale da non farsi scoprire subito. All’inizio il gioco deve essere semplice per permettere al cane di trovarlo facilmente, ma appena diventerà più abile, il vostro bambino potrà nascondersi in posti più difficili da scovare. La cosa più importante è ricompensarlo quando vince.

Le precauzioni dopo la passeggiata

Se come la maggior parte degli italiani preferite ancora portare fuori il cane, siate  prudenti per evitare la propagazione del virus e il contagio. Non ci sono segreti : la soluzione è sempre una buona igiene. Il cane non può trasmettere il virus, ma quest’ultimo potrebbe rimanere sulla superficie del pelo per qualche ora così come su altre superfici ( plastica, metallo, legno e carta).

Di ritorno dalle passeggiate, ci sono una serie di precauzioni da adottare: prima di toccare la maniglia della porta togliete i vari accessori dal cane ( arnese, collare e guinzaglio ). Prima di farlo entrare in casa potete passare una salvietta igienizzante o passare un guanto con del sapone . L’obiettivo non è quello di lavare in profondità.

Potete realizzare questa operazione anche nell’atrio del vostro appartamento, non è un problema, l’importante è riservare una zona dedicata alla pulizia post-passeggiata. Dopo esservi occupati del vostro cane, tocca a voi! Lavatevi le mani con il sapone per almeno 20 secondi. Gli oggetti che potrebbero essere stati contaminati devono essere anch’essi lavati.

Il virus si trasmette da persona a persona tramite delle goccioline che rimangono nell’aria se una persona infetta tossisce o starnutisce. Pertanto, se il vostro animale da compagnia ha interagito con voi e altre persone, ci può essere una remota possibilità che queste goccioline siano rimaste sulla superficie del suo pelo o sul collare.

Adattare le abitudini del cane durante la quarantena

Nonostante la quarantena forzata, bisogna cercare di non cambiare troppo la quotidianità del cane poiché ciò potrebbe provocare uno choc quando sarà il momento di tornare a lavoro. Il rischio è quello di creare  un bisogno anormale del cane di rimanere costantemente accanto al proprio padrone al punto di soffrirne quando questo dovrà assentarsi.

È quello che si definisce «   ansia da separazione »: se il vostro cane sta vivendo questa situazione, aumenta il rischio di sviluppare comportamenti scorretti quali distruggere le vostre cose, vocalizzi, sporcare o persino auto-mutilarsi.

Qualsiasi cosa voi decidiate di fare, pensate anche al dopo. Insegnate al cane ad adattarsi al cambiamento in modo progressivo: lasciatelo solo ogni tanto. Se non avete la possibilità di lasciarlo in una stanza, non occupatevi costantemente di lui. Lasciatelo decidere come giocare e quanto dormire.

Assicurazione cane : preventivo

[Voti: 1   Media: 5/5]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *